Hey! Prova Verse usando il mio codice Z3SFG4 ed entrambi guadagnerete 1,00 € quando scarichi l’app! Riscattalo a http://onelink.to/verse

Inserite il codice in impostazioni/promozioni

Annunci

Stesa sul letto, questo è il mio momento, appena dopo che lei si addormenta! Mi concedo i miei favolosi e stupendi 5…4…3…2…minuti…quando va bene, se non crollo prima, distrutta dalla giornata che mi ha travolta!

Però, quando non mi addormento subito, i pensieri volano:

1. Che mamma sono stata oggi? Ho sclerato troppo (non mi chiedo mai se sono stata troppo indulgente, almeno non me lo chiedo ancora)! Come mi sono impegnata per Gaia?lei è stata felice? Quel gioco le è piaciuto?

2. Che moglie sono stata? Piaccio ancora a mio marito? Mi trova ancora attraente? Perché abbiamo litigato oggi? Ma ne abbiamo parlato? Come possiamo migliorarci?

3. Cosa ho mangiato oggi che non va bene nella mia dieta (la vita è una dieta perenne) ? Ok domani solo carote! Non devo lasciarmi andare!

4. Devo passare più tempo con i miei nipoti!

5. Devo passare più tempo con mio padre (ancora di più?!😅)

6. Devo parlare con mio fratello, deve sapere che ci sono sempre!

7. Devo dedicare del tempo alle mie Amiche (le vere), le sto trascurando ( loro mi capiscono, ma anche io devo capire loro)

8. Domani tocca alla sala, devo spolverarla per bene, ma mi sveglio alle 6 o lo faccio il pomeriggio quando si addormenta la principessa?! Dilemma 😩🤔

9. Che cosa propongo domani a Gaia? Parco o mare? Vediamo il tempo di sicuro non ci annoiamo, male che vada andremo in veranda a giocare con bolle e acqua!

Ed è così, la sera faccio i punti della situazione, variano ma ciò che non cambia mai è che iniziano e finiscono con Gaia! Ormai è la mia vita e ogni pensiero è per lei!

L’amicizia

Diventi mamma e cambia tutto…ah ma vi aspetto al varco! Voglio proprio vedere quando sarete voi genitori e avrete bisogno di essere capiti e non ci vorrà capire nessuno! 

Già perché poi capisci che non è amicizia vera, e che magari eri disposta a scalare le montagne per le persone che appena hanno visto un piccolo solco hanno girato la strada!

Non vado più bene perché non vengo più a bere e mangiare fuori con voi (anche se non sono mai stata una che ama la vita fuori)

Non vado più bene perché se vi chiedo di venire a cenare a casa, vi dico di non superare le 20 perché poi Gaia ha bisogno dei suoi spazi e silenzi.

Non vado più bene perché preferisco quel bar dove la musica non la sparano a palla perché Gaia si innervosirebbe e sinceramente anche io.

Non vado più bene perché non mi sta più bene tutto.

E che fastidio vi dó visto che esco raramente?!

Certo certe volte mi manca il tutto, ma non così tanto perché le ho fatte già tutte queste cose, senza remore! C’è un tempo per tutto, ed ora è il tempo di Gaia, il meraviglioso tempo con mia figlia e io adoro portarla con me ovunque!

In passeggino, in braccio, in marsupio, mano nella mano, rincorrerla ovunque scappi, Gaia (finché vorrà) verrà sempre con me! Voglio divertirmi con lei, scoprire con lei, aperitivizzare con lei e “amici” se volete far parte della nostra vita veniteci incontro ogni tanto, che sarà mai, credetemi i nostri occhioni e sorrisi sono contagiosi!

Poi se non vi sta bene, non importa, noi ci divertiamo lo stesso 😜

Che stress tutti questi NO

E pensare che certe volte i nervi saltano proprio, ma sulle cavolate! Già perché ho taciuto sulle cose più importanti e mi trovo ad accumulare e scoppiare sulle stupidaggini! Ma Gaia che c’entra?Lei esplora, gioca, vuole capire, e odio dirle di “no”…il “no” nuoce gravemente alla libertà di espressione!

Eppure mi ritrovo a dire “no no no no”… e vedere lei che mi imita con la manina mi fa pensare ancora di più all’odio profondo che nutro verso questa piccola parola di solo due lettere ma che apre un mondo infinito, fatto di privazioni, negazioni, sofferenze, delusioni!

Si credo che soffra tanto la mia bimba quando le dico di no! Magari c’è un altro modo per farle capire che il fuoco brucia, che la cacca del cane non è commestibile, che il balcone non è un trampolino di lancio!

Ma non sono la mamma che chiude in casa, che non la fa impanare per terra nel parco, che le evita di salire sulla Learning Tower costruita apposta per lei e quindi di sua proprietà!

Le mamme al parco mi guardano sbigottite, oserei dire quasi schifate, perché permetto a mia figlia di sedersi per terra; di raccogliere fiori, foglie, rametti e pinoli; di salire da sola sullo scivolo poggiando le mani sulla scaletta sporca…ma come posso pretendere che mia figlia si diverta se non la lascio esplorare? 

I parenti mi fanno sorrisi di cortesia quando guardano Gaia mangiare con le mani e spalmarsi tutto su viso, robe, tovaglia e pavimento, ma come può capire la consistenza del cibo se non la studia?!

Già i “no” detti per evitare che si ustioni per me sono troppi, ma voi mamme come vi sopportate con tutti questi no?!

Mamma o donna di casa

Lo ammetto, non sono una grande estimatrice delle pulizie domestiche! Ma cerco di mantenere pulita la casa il più possibile! Ma se questo significa togliere del tempo alla mia bambina, bhe non ci sto, viene prima lei e poi tutto il resto! Ma ci rimango male quando mi si dice che preferisco appisolarmi con lei piuttosto che togliere quel riccio di polvere accanto alla porta! Cerco in tutti modi di vivere pulita e serenamente, ma mi potrà sfuggire qualcosa! Nessuno mi ha insegnato ad essere mamma, o perlomeno la mamma che cerco di essere per mia figlia! Io sono la sua compagna di gioco, il suo sfogo, la sua coccola, il suo cuscino su cui poggiarsi, il suo sacco di cui sfogare la rabbia! Ed è per questo che sono più concentrata sui suoi sguardi e gesti piuttosto che sul batuffolo di polvere per terra! Quindi Gaia 80% casa 20%, magari quando andrà all’asilo sarà diverso! Non giudicatemi se amo mia figlia più della mia casa! Le ho fatto costruire anche la tanto amata e temuta Learning Tower, lei può esplorare e pasticciare solo così può imparare e decidere cosa amare!

Iniziamo da te

L’amore, quello senza remore, quello che ti fa scoppiare il cuore, che non chiede nulla in cambio!Sto parlando di lei, Gaia, mia figlia! L’ho cercata, aspettata, implorata di arrivare (nata a 41+3 😅) e quando i nostri corpi si sono stretti il mio cuore è scoppiato, saltato, insomma ha fatto i botti!

Ed è così che oggi, 16 mesi e mezzo, guardandola mangiare con i suoi tempi, pasticciare (si io sono una mamma che lascia che la figlia esplori ogni cosa), ho letto nel suo sguardo “mamma lasciami fare”, poi mi ha accarezzato e mi ha chiesto le coccole…dopo 30 secondi dormiva nel marsupio tra le mie braccia!

Sento l’esigenza di raccontare di lei, di me, della mia metamorfosi! Lei ha trasformato la mia pigrizia cronica, in iperattività da gioco!

E così sono una mamma trentatreenne con una figlia di 16 mesi, sposata da 4 anni e che dire….non sono perfetta, ma amo la mia vita!